ACCREDITATA DA AiCoFi (ASSOCIAZIONE ITALIANA CONSULENZA FILOSOFICA)

FORMAZIONE PISCOPIA

Prende il nome da Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, italiana e prima donna laureata al mondo, avendo ottenuto la laurea in filosofia all’Università di Padova nel 1678. Veneziana, si appassionò presto agli studi in vari campi (dal filosofico al linguistico al musicale), con profondo spirito di ricerca ed autentica vocazione religiosa, che la spinse a diventare, diciannovenne, oblata benedettina. Nel 1677 fece domanda per addottorarsi in teologia, ma il cardinale Gregorio Barbarigo oppose un fermo rifiuto alla sua richiesta – ritenuta non adatta ad una donna – potendosi così laurearsi solo in filosofia. Donna erudita in grado di dissertare magistralmente di filosofia e dialogare in latino, fu persona solitaria con doti intellettuali eccezionali e inestimabili virtù. Di fragile costituzione fisica, morì giovane nel 1684. Nel 1773 Caterina Dolfin donò all’Ateneo padovano la statua lei raffigurante, posta ai piedi dello scalone Cornaro, nel Cortile Antico di Palazzo Bo. Una statua che è un omaggio alla prima donna laureata al mondo, nonché simbolo di emancipazione femminile.

AiCoFi ha così voluto dedicare a questa grande ed indimenticabile intellettuale una tipologia formativa ad hoc con il corso Alfa, che non potrà far a meno di ricordare la figura di Piscopia tramite suoi scritti e riflessioni. E ribadendo altresì il fatto che anche le donne possono scrivere e dialogare di filosofia con aretè e con l’intento di praticarla individuando nell’umanità tutta le risorse-virtù per saper decidere, governare se stessi e raggiungere indipendenza, saggezza e felicità. Ma con aretè, appunto, di cui Piscopia ne è esempio. Questa figura ieratica, improntata a un senso grave e solenne di sacralità e devozione, credeva nell’etica come sapere filosofico volto all’azione, che trattasse direttamente e profondamente di verità, bellezza e giustizia. Probabilmente il suo interesse teologico le avrebbe dato delle risposte in più, ma le fu impedito, sfortunatamente, in quanto donna.

Tutta la formazione AiCoFi, coi suoi percorsi formativi Parresia e Piscopia, finalizzati a diffondere la filosofia pratica a livello nazionale ed internazionale, si avvale di un presupposto: quello di non poter vivere senza ricercare valori supremi (verità, bellezza, giustizia), che non vanno idolatrati e imposti, ma indagati, approfonditi e perseguiti con parresia per forgiare una società di buoni e liberi cittadini. La pratica filosofica nasce proprio per dare risposte alla richiesta di un saggio orientamento esistenziale, del senso del proprio esserci nel mondo e della propria libertà. Una libertà indissolubilmente legata all’esercizio della virtù quale strumento etico – morale principe per la conquista della saggezza e, quindi, della libertà; una libertà, peraltro, tesa a realizzarsi pienamente nella polis-società. Qui l’uomo e filosofo aristotelico, in quanto animale sociale, ha la missione del risveglio etico – morale della società. Ma senza alcuna distinzione di genere.

Lo staff di AiCoFi di Bologna e Roma – con molte formatrici filosofe al suo interno – cerca di perseguirne il nobile intento. Ed è grato a Piscopia

FORMAZIONE PISCOPIA 2021/2022 – PERCORSO  ALFA
Un Corso di Formazione di 60 ore in DaD, progettato per tutti coloro che sono interessati alle Pratiche Filosofiche, comprensivo di materiali didattici, audio-lezioni, un servizio di tutoraggio, può prevedere, se richieste, alcune ore di consulenza individuale e alla fine del percorso verrà rilasciato l’ATTESTATO di FORMAZIONE DaD in PRATICHE FILOSOFICHE di GRUPPO, dopo avere effettuato le verifiche finali.